Clima e voli aerei

Con il passare degli anni il viaggio in aereo sembra diventare sempre meno piacevole. Una minore sicurezza, un maggior numero di passeggeri, meno servizi e tariffe aggiuntive, per non parlare della possibilità di essere esclusi da un aereo con posti tutti prenotati, tutto concorre a un’esperienza negativa. Una nuova ricerca della rivista “Il cambiamento climatico” ipotizza che il mutamento del clima sta per peggiorare tutta la questione rendendo più difficile il decollo degli aerei.
Si può ricordare l’inizio di questa estate, quando un’onda di calore con 49 °C nel sud-est degli Stati Uniti ha costretto l’American Airlines a cancellare oltre 40 voli regionali a causa delle temperature pericolose per il decollo. Le onde di calore saranno sempre più frequenti e rovinose.
La ricerca, prima analisi a livello globale di questo tipo sugli impatti climatici, ha messo in risalto che, nelle ore più calde, dal 10 al 30% degli aerei a pieno carico potrebbero alleggerirsi del carburante, dei bagagli o dei passeggeri, o anche attendere ore meno calde per volare. Nel complesso, gli autori della ricerca stimano che, se le emissioni di gas serra continueranno ad aumentare senza sosta, i carichi pagati potranno essere ridotti del 4% nei giorni più caldi. Ciò significherebbe una diminuzione di una dozzina di passeggeri in un aereo a 160 posti, che è una cifra significativa per un settore dei trasporti che opera su margini affilati come un rasoio. Nel caso più favorevole, se le emissioni di CO2 dovessero diminuire significativamente, questo impatto potrebbe essere pari allo 0.5 %.
I problemi non saranno uguali dappertutto, e gli aeroporti con piste più corte, nelle zone più calde e a più elevate altitudini probabilmente ne risentiranno maggiormente. All’aeroporto LaGuardia di New York, che a quanto pare sembra avere piste più corte, un Boeing 737-809 dovrebbe ridurre il carico per metà del tempo durante i giorni più caldi. A Dubai, negli Emirati Arabi, la situazione sarebbe probabilmente anche peggiore, visto che le lunghe piste non compenserebbero l’effetto del calore intenso. Quando l’aria si riscalda, si dilata e la sua densità diminuisce. Nell’aria meno densa, le ali sollevano meno l’aereo mentre corre sulla pista. Perciò, dipendendo dal tipo di aereo, dalla lunghezza della pista e da altri fattori, a un certo punto un aereo carico potrebbe non riuscire a decollare in sicurezza. Il peso dovrebbe essere alleggerito, o il volo ritardato o cancellato.
Il Kennedy di New York, l’Heathrow di Londra e il Charles de Gaulle risentirebbero meno del problema, grazie alle piste più lunghe e al clima più mite.
Gli aerei potrebbero essere modificati per migliori decolli, i voli potrebbero essere pianificati nelle ore più fresche e le piste aeroportuali allungate.
Il cambiamento climatico non solo può rendere più difficile il decollo, ma sta incrementando i casi di maltempo, quali le piogge pesanti, le tempeste di neve, i venti forti, la turbolenza e tutto quello che disturba i voli e può lasciare i passeggeri a terra e nel disagio. L’aumento del livello del mare può mettere in difficoltà molti aeroporti prossime alle coste, causando costose riparazioni o spostamenti in altre città.
Intanto i voli stanno contribuendo sempre più alle emissioni che riscaldano il pianeta. Oggi l’industria aeronautica mondiale è responsabile del 2% delle emissioni di gas serra, e quelle americane il 30% di questa cifra, ovvero il terzo contributo ai gas serra. Ma mentre i paesi espandono rapidamente le infrastrutture dei voli commerciali, l’industria aeronautica continuerà a crescere vertiginosamente nel prossimo futuro e le emissioni degli aerei sono previste in aumento del 50% per il 2050.
Nel frattempo gli sforzi per frenare i gas serra sono lenti e inefficaci. Comunque, nuove e più efficaci tecnologie per ridurre i consumi di carburante potrebbero far risparmiare alle compagnie un mucchio di soldi – quello è l’incentivo – anche se le riduzioni più consistenti sarebbero un’impresa assai difficile.

Guido Caroselli

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube