F come…

Fahrenheit, scala

Scala termometrica usata nei paesi anglosassoni. Al punto di fusione del ghiaccio (0 °C) corrispondono 32° F e al punto di ebollizione dell’acqua (100 °C) corrispondono 212 °F. La temperatura in gradi centigradi (t) e quella in gradi Fahrenheit (f) sono quindi legate dalla relazione: t = 5/9(f-32).

Famiglia ciclonica

Serie da 3 a 5 cicloni consecutivi appartenenti alla stessa corrente perturbata.

Favonio

Termine italiano per il vento più noto come föhn. Dal latino favēre, perché con il suo tepore favorisce la crescita dei germogli.

Fenologia

Studio dell’influenza dei climi sulla fogliazione e la fioritura delle piante in rapporto all’epoca in cui si verificano e alla loro durata.

Ferrel, legge di

Vedi Coriolis.

Fluidi

Corpi allo stato liquido o gassoso godono di proprietà comuni, ad es. soddisfano al principio di Archimede e al principio di Pascal. La differenza principale sta nelle più elevata compressibilità dei gas rispetto ai liquidi a causa della maggiore distanza tra le molecole dei gas. Le proprietà dei fluidi incompressibili sono trattate dalla idrostatica e dalla idrodinamica, mentre quelle dei gas vengono descritte dalla aerostatica e dalla gasdinamica (in particolare per l’aria dalla aerodinamica).

Flusso

Nastro o tubo di correnti che insieme scorrono lungo una certa direzione variabile.

Fogno

Bufera dell’Appennino Toscano di vento e nevischio.

Föhn

Vento caldo e secco provocato dalla subsidenza dell’aria dopo il passaggio di un rilievo o di una catena montuosa. In fase ascendente, l’aria si raffredda in ragione di 0.6 °C/100 m. Sul versante opposto, l’aria asciutta si riscalda in ragione di 1 °C/100 m. Si realizza in questo modo l’aumento della temperatura.

Foraneo, vento

Vento che spira dal largo.

Fortunale

Tempesta che ha il grado 11 nella Scala Beaufort, con vento superiore ai 100 km/h.

Foschia

Riduzione della visibilità, provocata da goccioline in sospensione nell’aria, tra 1 e 10 km.

Fotometeora

Fenomeno luminoso nell’atmosfera che si manifesta senza scariche elettriche. Le fotometeore più comuni sono l’arcobaleno, l’alone e il miraggio.

Fractocumulo, fractonembo, frattostrato

Parte di nube sfrangiata dal vento o dalle cime montuose. Non rientrano nella classificazione tradizionale delle nubi.

Freddo, ondata di

Periodo di qualche giorno (o più) caratterizzato da temperature ben al di sotto dei valori normali di una località o di una regione. Ondata di gelo quando la temperatura si mantiene su valori inferiori allo 0 °C.

Fronte

Superficie di discontinuità tra due masse d’aria convergenti a temperature, pressioni, umidità e condizioni ventose diverse. Riferiti alla temperatura della massa che segue, si distinguono in fronti caldi e freddi. Quando un fronte freddo (più veloce) raggiunge un fronte caldo, si forma una zona di ascendenza dell’aria calda detta fronte occluso. Nel linguaggio comune i fronti vengono chiamati perturbazioni.

Frontogenesi, frontolisi

Insieme dei fenomeni che si concludono con la formazione o con il dissolvimento di un fronte.

Fulmine

Violenta scarica elettrica (tra i 10 e i 200 kAmpere) tra la base di una nube temporalesca e il suolo, o tra due nubi in seguito all’accumulo di grandi quantità di cariche (dell’ordine di un milione V/m). Il fulmine si manifesta, alla velocità della luce (300.000 km/s) con un lampo, e, con un ritardo conseguente alla velocità del suono (340 m/s), con uno scoppio molto forte, il tuono. La distanza di un temporale da un osservatore può essere valutata calcolando 1 km ogni 3 secondi di differenza tra il lampo e il tuono.

Fuoco di Sant’Elmo

Debole scarica elettrica luminosa che, in condizioni temporalesche, si manifesta su alberi di navi, antenne, parafulmini, sulle estremità delle eliche e delle ali di aerei in volo. Ha la forma di un pennacchio quando la carica è positiva e di un alone quando è negativa.

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube