I come…

Idrometeora

Risultato della condensazione del vapore acqueo nell’atmosfera. Le idrometeore più comuni sono la pioggia e la nebbia, ma vanno considerate anche le nubi,, la neve, la grandine, la rugiada e la brina.

Ietografo

Vedi pluviografo.

Igrografo e igrometro

Strumenti rispettivamente registratore e misuratore dell’umidità atmosferica.

Igrometrico, stato

Rapporto della tensione effettiva del vapore acqueo nell’aria con il valore massimo che può avere alla stessa temperatura. Vedi anche umidità relativa.

Igroscopio

Strumento indicatore dell’umidità senza fornirne una misura esatta. Sfrutta le proprietà di alcune sostanze, quali il cloruro di cobalto che diventa azzurro allo stato anidro e rosa in aria umida.

Infrarosso

Parte dello spettro delle radiazioni elettromagnetiche che si estende immediatamente dopo il rosso, costituita da radiazioni invisibili all’occhio umano. L’infrarosso è caratterizzato da un notevole potere calorifero.

Inquinamento atmosferico

Insieme di tutti i prodotti solidi, liquidi e gassosi provenienti dagli scarichi industriali, domestici e degli autoveicoli che vengono immessi nell’atmosfera. Si distinguono tra queste sostanze: 1) quelle particolarmente irritanti (composti solforosi e quelli che, come l’ozono, danno contaminazione ossidante fotochimica; 2) quelle che, come i composti del fluoro, l’arsenico, i metalli pesanti, il biossido di zolfo, trattenute nell’organismo possono produrre intossicazioni; 3) quelle cancerogene, quali taluni carburi policiclici presenti nei prodotti di combustione degli oli minerali.
Tra le polveri, quelle di dimensioni inferiori al micron (1 millesimo di millimetro = 1 μ) sono particolarmente dannose, oltrepassando ogni barriera di difesa fisiologica, e quando sono di diametro inferiore a 0.1 μ, si depositano sull’epitelio bronchiale.
In condizioni di forte stabilità atmosferica gli inquinanti danno luogo allo smog (smoke and fog, cioè fumo e nebbia), che, oltre agli effetti nocivi per la salute umana, provoca danni agli animali e alle cose (edifici, monumenti, affreschi e pitture).

Insolazione

Numero di ore durante le quali il sole ha brillato in un giorno, in un mese o in anno. Viene registrata con gli eliofanografi.

Instabilità verticale

Stato di squilibrio dinamico o termico dell’atmosfera che determina i movimenti ascendenti o discendenti delle particelle d’aria.

Interferenza meteorologica

Contrasto tra masse d’aria di differente densità e temperatura che può rafforzare l’energia della perturbazione. Un ciclone polare in fase di affievolimento, ad esempio, incontrando un debole ciclone mediterraneo, possono provocare incontrandosi una violenta opposizione tra l’aria fredda polare e l’aria tiepida di origine tropicale. Il settore freddo della perturbazione mediterranea riceve nuovo vigore dall’aria molto più fredda che sopraggiunge e che si insinua alla sua base, accrescendo l’inclinazione del fronte.

Intervallo, cielo d’

Zona di cielo non coperta, situata tra due sistemi nuvolosi.

Inverno

Stagione fredda che inizia al solstizio (21 o 22 dicembre) e termina all’equinozio di primavera (20 o 21 marzo). Per l’emisfero boreale è la stagione più corta (89 giorni). La distanza Terra-Sole diventa minima ma i raggi solari giungono molto obliqui nell’atmosfera e al suolo, e la durata del dì è più breve di quella delle notti e pertanto la stagione risulta fredda. Nell’emisfero australe l’inverno corrisponde all’estate boreale.

Inversione termica

Riduzione o inversione del gradiente termico verticale. Nella bassa atmosfera Normalmente la temperatura diminuisce con la quota (0.6 °C/100 m). Se invece aumenta si ha un’inversione reale, mentre se diminuisce con un tasso inferiore al normale si ha un’inversione apparente. Un’inversione comporta la presenza di uno strato anormalmente caldo al di sopra di un cuscino più freddo: si parla di spessore d’inversione. Le inversioni termiche (stabilità atmosferica) si accompagnano a nubi stratificate, nebbie quando il fenomeno ha luogo al suolo, strati e stratocumuli quando ha luogo in quota. Il perdurare di uno strato di inversione invernale è una delle cause dello smog.

Ioni gassosi

Sotto l’azione di alcuni agenti ionizzanti (raggi ultravioletti, raggi X, raggi γ, raggi α e β, raggi cosmici e ogni particella subatomica elettricamente carica, i gas diventano conduttori di elettricità, possedendo un numero di elettroni in eccesso o in difetto e divenendo così ioni negativi o positivi. Gli ioni attirano facilmente la polvere e il vapore in un’atmosfera satura d’acqua, divenendo in questo modo nuclei di condensazione, ovvero centri di accrescimento per gocce sempre più grandi, costituenti i primi elementi delle nubi e delle piogge.

Ionosfera

Zona dell’alta atmosfera, tra i 60 e i 500 km, dove l’aria è fortemente ionizzata e quindi conduttrice di elettricità.

Ipsometro

Sostituendo nelle ascensioni il barometro a mercurio, troppo ingombrante, questo strumento misura la pressione atmosferica alle varie altitudini in base alla temperatura alla quale bolle l’acqua distillata in condizioni di equilibrio con la pressione esterna.

Iridata, nube

Tipo di nube di quota media o alta che, per rifrazione della luce solare o lunare, appare colorata a bande, generalmente rosa o verdi.

Iride

Vedi arcobaleno.

Iridescenza

Fenomeno prodotto dalla pioggia o dalla rugiada, analogo a quello dell’arcobaleno ma proiettato sul terreno.

Irraggiamento

Emissione di radiazioni elettromagnetiche legato alla temperatura, dalla natura e dallo stato superficiale del corpo radiante.

Irreversibile, trasformazione

Cambiamento termodinamico di n sistema che non può avvenire in verso opposto, cioè tale che l’ordine cronologico degli stati in cui si evolve il sistema non può essere invertito. Tutte le trasformazioni spontanee sono irreversibili. Altrettanto si può dire del tempo cronologico.

Irruzione

Brusco ingresso di aria fredda polare o artica che segue una famiglia di cicloni.

Isallobara

Curva che congiunge i punti dove le variazioni di pressione atmosferica sono le stesse in un determinato intervallo di tempo. L’impiego delle isallobare mette in evidenza le perturbazioni atmosferiche e permette di seguirne l’evoluzione.

Isalloterma

Curva che congiunge i punti dove le variazioni di temperatura dell’aria sono le medesime in un dato intervallo di tempo.

Isanemona o isotachia (più usata)

Curva che unisce i punti dove il vento ha la stessa velocità media.

Isoamplitudine

Linea congiungente tutte le località dove l’escursione termica tra i mesi più freddi (valori medi mensili) e quelli più caldi risulta uguale.

Isobara o linea isobarica

Linea congiungente tutti i punti ad uguale pressione atmosferica. Sulle mappe meteorologiche le isobare uniscono i punti ad ugual pressione ridotta al livello del mare. L’insieme delle isobare, distanziate di 1, 2 o 4 hPa e tracciate su una mappa, si chiama campo isobarico o topografia isobarica. Si chiama superficie isobarica la superficie che unisce nello spazio i punti alla medesima pressione.

Isoieta

Curva che congiunge i punti di una regione in cui la quantità media delle precipitazioni risulta uguale

Isoipsa

Curva che, al medesimo valore di pressione in quota (cioè sulla medesima superficie isobarica), unisce i punti con la stessa altitudine. In meteorologia, si usano nelle analisi in quota (anziché confrontare le isobare a vari livelli di altezza) perché le radiosonde forniscono le altitudini a prefissati valori di pressione).

Isonefa

Unisce i punti con la medesima nuvolosità. Poco usata.

Isopleta

Linea che, sulle carte meteorologiche, unisce i punti di uguale valore di una certa grandezza. Il termine raggruppa tutte le voci con i prefissi  “-iso” e “-isa”.

Isoterma

Linea che unisce i punti alla medesima temperatura. Le più usate sono quelle dei valori ridotti al livello del mare. A questo scopo, la correzione applicata alle temperature reali a una certa quota (non elevata) è di 0.56 °C/100 m. In tal modo si possono paragonare le temperature reali di località di una certa regione che si trovano a livelli diversi.

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube