Mascherine anti smog?

Sono a molti note le immagini che mostrano i cittadini di Pechino indossare le mascherine. Ma funzionano? Gli scienziati dell’Istituto della medicina del lavoro di Edimburgo ne hanno provato nove, acquistate nei negozi di Pechino. In generale, tutti e nove i filtri hanno funzionato, perché il migliore ha fermato il 99% del particolato inquinante e il peggiore il 70-80%. Successivamente dei volontari hanno indossato le mascherine in una stanza di prova, satura di gas di scarico diesel. L’inquinante nella mascherina veniva misurato mentre i volontari camminavano, annuivano e parlavano. Una mascherina ha fermato il 90% del particolato, ma le altre non hanno quasi offerto protezione. L’aderenza al volto è fondamentale. I peli del viso contribuiscono a un buon risultato e l’adattamento dipende anche dalla forma della faccia. Ma se vi è una buona aderenza non è facile respirare. Indossare una mascherina può perciò dare problemi a chi ha già difficoltà respiratorie o cardiache. Perciò non è questa la soluzione del problema. Tra l’altro, un utilizzo di maschere non adeguate (come quelle semi-rigide di carta o quelle di tessuto, di tipo sanitario) può essere molto pericoloso, perché induce le persone a frequentare luoghi inquinati convinte di avere la necessaria protezione. Camminare lungo strade tranquille anziché trafficate può aiutare, e generalmente si respirerà meno aria inquinata camminando o pedalando anziché stando al volante di un’auto quasi ferma nel traffico, ma la migliore soluzione per un’aria pulita non è una mascherina. Abbiamo bisogno di ridurre l’inquinamento nelle nostre città.

Guido Caroselli.

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube