P come…

Paleoclima

Clima delle passate ere geologiche.

Pallone sonda

Pallone libero senza uomini a bordo, munito di apparecchi registratori di grandezze meteorologiche in quota (temperatura, pressione, umidità, ecc.).

Pampero

Vento della pampa (vasta pianura fertile dell’Argentina) proveniente da sud-ovest, a volte fresco e moderato ma spesso freddo e violento e tale da provocare mulinelli o tempeste di polvere. Soffia principalmente d’inverno.

Parafulmine

Mezzo di protezione delle costruzioni dalle scariche elettriche atmosferiche. Nella forma più semplice, inventata da Benjamin Franklin, è un’asta metallica con una punta rivolta verso l’alto (esercitante induzione sulle cariche elettriche atmosferiche) e collegata al suolo mediante un conduttore di notevole sezione per consentire al fulmine di scaricarsi a terra. Nelle strutture di cemento armato si utilizza la struttura dell’armatura come conduttore, mettendolo a terra nelle fondamenta sella costruzione e facendo sporgere leggermente una punta all’estremità superiore.

Parelio

Fenomeno ottico che, come l’alone (vedi), è prodotto dalla rifrazione o dalla riflessione della luce da parte dei cristalli di ghiaccio in sospensione nell’atmosfera. In alcuni punti del cielo si possono verificare delle concentrazioni di luce o macchie luminose, detti “falsi soli”, determinati dall’intersezione del parelio (cerchio parallelo all’orizzonte) con gli aloni (cerchi che hanno per centro il Sole).

Perielio

Punto di minima distanza di un pianeta dal Sole. È l’opposto dell’afelio (vedi).

Periodo diurno

Variazione della pressione dovuta alle maree atmosferiche, con due massimi e due miimi nella giornata; l’ampiezza della variazione non supera mezzo millimetro (contro i 20-30 millimetri che si possono osservare nel caso di perturbazioni atmosferiche).

Permafrost (o permagelo)

Dall’inglese “permanent frost” (gelo permanente). Terreno gelato che si estende su circa 1/5 della superficie continentale terrestre, tipico delle regioni dove la temperatura media resta sotto zero per molti anni consecutivi. Il terreno del permafrost può arrivare a uno spessore di 500 metri, con caratteristiche fisiche intermedie fra quelle del ghiaccio e quelle di terreni normali.

Perturbazione atmosferica

Si intende comunemente per perturbazione un fronte freddo, un fronte occluso o una linea di instabilità (vedi).

Pioggia

Precipitazione d’acqua atmosferica proveniente dalle nubi sotto forma di gocce liquide del diametro medio di 1-2 mm. Al suolo, una pioggia di 1 mm equivale a 1 litro d’acqua per ogni metro quadrato di terreno.

Pioggia di cenere, di fango, di “sangue”

Nel primo caso si tratta di pioggia carica di finissime particelle vulcaniche, fenomeno che può ad es. verificarsi a Catania, situata ai piedi dell’Etna. Nel secondo caso le particelle sono polveri sabbiose della consistenza della cipria (provenienti ad es. dal deserto del Sahara) che dapprima sollevate dai venti meridionali fino ad altezze di 3-5 km. ricadono poi sull’Italia centro-meridionale, ma a volte, per la forza e la persistenza delle correnti atmosferiche, giungono fino alle Alpi, alla Francia, alla Germania e persino sulle Isole Britanniche. Le “piogge di sangue”, che talvolta si verificano a Malta e in Sicilia e, più frequenti, negli Stati Uniti (provenienti dalle regioni asciutte occidentali), sono il risultato di limi o pollini rossastri trasportati dal vento.

Pioviggine

Pioggia persistente e penetrante formata da gocce piccolissime, del diametro inferiore a mezzo millimetro. Frutto del passaggio di un fronte caldo (vedi) o della condensazione di una nebbia di avvezione (vedi), è più frequente sulle Isole Britanniche, sulla Francia occidentale e sull’Asia sud-orientale portata da perturbazioni provenienti da ovest.

Piovosità

Quantità di pioggia che cade in un luogo in un determinato periodo di tempo. Si misura in millimetri o si esprime in giorni di pioggia.

Piranografo e piranometro

Strumento che registra o misura l’intensità della radiazione solare su una superficie piana.

Pluviografo e pluviometro

Strumento per registrare o misurare la quantità di acqua precipitata in un determinato intervallo di tempo.

Pneumatosfera

Atmosfera terrestre primitiva, generata da fenomeni diversi (vulcanesimo, reazioni chimiche) quando la Terra era giovane e la crosta si era appena solidificata. Presumibilmente formata da idrogeno, elio, vapore acqueo, metano, ammoniaca, solfuri, ecc.

Poli terrestri

I due punti di intersezione con la superficie terrestre dell’asse di rotazione.

Ponente

Occidente. La parte dell’orizzonte dove tramonta il Sole.

Ponentino

Nome romano di una brezza di ponente che spira d’estate nel tardo pomeriggio mitigando il caldo. L’alterazione del microclima, con l’espansione urbana, ha di molto ridotto l’effetto del ponentino.

Precessione

Moto conico dell’asse di rotazione terrestre intorno alla normale al piano equatoriale. La Terra si comporta dunque come un giroscopio.

Precipitazione

Termine generico per nominare tutte le forme nelle quali l’acqua precipita al suolo dalle nubi (pioggia, neve, grandine, ecc.).

Pressione atmosferica

Forza esercitata dall’atmosfera  sull’unità di superficie terrestre per effetto della gravità. Si dice normale quella esercitata al livello del mare da una colonna di mercurio alta 760 mm, di sezione 1 cm², alla temperatura di 0 °C e alla latitudine di 45°.

Previsione meteorologica o del tempo

Esposizione delle condizioni atmosferiche previste, riferite a una determinata scadenza e per una determinata località o regione. Si possono distinguere le nowcasting, per scadenze da 0 a 12 ore, le previsioni a breve scadenza, da 12 a 48 ore, quelle a medio termine, da 2 a 10 giorni, e quelle a lungo termine, oltre i 10 giorni.

Primavera

La prima stagione dell’anno, tra l’inverno e l’estate, dal 20 o 21 marzo, quando la durata del dì equivale esattamente a quella della notte, al 21 o 22 giugno, quando la durata del dì è massima.

Promontorio

Configurazione aperta di alta pressione, dove le isobare sono disposte a U rovesciata.

Pseudoadiabatica

Si dice di trasformazione termica dell’aria satura di vapore acqueo, in quanto non puramente adiabatica (ovvero senza scambio di calore con l’esterno).

Psicrometro

Strumento per determinare lo stato igrometrico dell’aria, ovvero la sua umidità, attraverso il confronto tra la temperatura di un termometro a bulbo asciutto e quella di uno a bulbo bagnato.

Pulviscolo atmosferico

Insieme di minutissime particelle di natura liquida o solida, in sospensione nella bassa atmosfera, non facenti parte dei suoi elementi costitutivi, provenienti da spazi extraterrestri, dalla disintegrazione di meteoriti, da polveri vulcaniche, da gocce o sali di acque marine, da polveri di terra, da micro-organismi o da ceneri di combustione.

Punto cardinale

Ciascuno dei quattro punti che indicano le direzioni fondamentali riferite alle posizioni del Sole: est, sud, ovest, nord.

Punto di rugiada

Temperatura alla quale l’aria risulta satura di vapore acqueo.

Punto gamma o vernale

Vedi equinozio.

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube