Entropia

Come valutare quello che ci sta accadendo? Non saprei con precisione, anch’io come voi non ho vere risposte, anche se qualche idea ce l’ho. Probabilmente si tratta di un’ennesima espressione di disordine.
Dopo aver trasformato ogni sorta di materia e di energia, secondo noi tutte a nostro favore ma non è affatto detto, dopo aver raggiunto passo dopo passo un progresso dopo l’altro, noi uomini e donne abbiamo come sempre trascurato un particolare fondamentale. Non esiste solo il: “nulla si crea e nulla si distrugge”, non esiste solo il primo principio della termodinamica. Ce ne solo altri due, ma qui ci interessa ricordare il secondo.
Ogni volta che trasformiamo qualcosa, sia essa materia o energia, una parte, inevitabilmente, inesorabilmente, non può essere più trasformata, va perduta, diventa una parte del disordine universale. Una parte che si chiama entropia.
Con il progresso non abbiamo vinto le guerre, i terremoti, gli uragani, il raffreddore, la miseria, la povertà, la fame, le malattie, il peggioramento del clima, l’inquinamento, la speculazione finanziaria, la tortura, il razzismo, la droga, il traffico di organi, il traffico di esseri umani, ecc. ecc. ecc. Il disordine materiale, morale, economico, vitale. Quello che, all’opposto del punto più alto che l’umanità è capace di raggiungere, con la scienza, con l’arte, con un’impresa sportiva, con un gesto di aiuto per il prossimo, quello che all’opposto, dicevo, può invece portarci ai livelli più bassi. Il disordine.
Ecco dunque anche il virus. Non sarà forse conseguenza della responsabilità umana, ma comunque è un’altra espressione di disordine del mondo dove siamo noi. E il tempo, che al pari dell’entropia si muove solo in un verso, aumentando, quel tempo che a una certa età si teme, una volta tanto può aiutarci. Portandosi più avanti può portarci la buona notizia della fine del tunnel. Speriamo.

Guido Caroselli

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube