Impetuosi fiumi d’aria

Le correnti a getto (“jet-streams”) sono particolari venti in quota che soffiano intorno ai 10 chilometri d’altezza, sperimentati casualmente durante la Seconda Guerra mondiale da aerei giapponesi e americani.
Si tratta di correnti d’aria, con velocità superiori ai 100 km/h (ma spinte fino a 400 km/h), sviluppate per migliaia di chilometri (con sezioni schiacciate in pochi chilometri ma ampie centinaia di chilometri), in rapido movimento a causa delle differenze di pressione dovute a differenze di temperatura in corrispondenza di incontri di grandi masse d’aria (fronti o perturbazioni). Possono essere immaginate come lunghe cinture che circondano il pianeta percorrendo con moto serpeggiante alcuni paralleli. L’andamento ondulatorio provoca moti discendenti verso le zone equatoriali (saccature) e ascendenti verso i poli (promontori). Saccature e promontori viaggiano da ovest a est, determinando in pratica il tempo atmosferico.
Nell’emisfero nord e in inverno i getti principali sono due: quello del fronte polare, sui cieli delle medie latitudini, e quello subtropicale, sovrastante il Messico settentrionale. I due getti si muovono da ovest verso est. In estate si muove in senso opposto, da est a ovest, una terza corrente in corrispondenza della fascia centrale del continente africano, del subcontinente indiano e del sud-est asiatico, contribuendo in parte al monsone stagionale che porta pesanti piogge su quelle regioni.
Nell’emisfero australe sono invece in azione solo due getti, in movimento da ovest a est.
Le principali correnti a getto del nostro emisfero ostacolano i voli dall’Europa al Nord America (un freno temporale di circa mezz’ora), ma nella stessa misura favoriscono quelli diretti dagli Stati Uniti e dal Canada verso il nostro continente. L’8 gennaio 2015, un Boeing della British Airways ha compiuto il volo New York – Londra nel tempo record di 5 ore e 16 minuti, sfruttando un getto eccezionale di oltre 320 km/h.

Guido Caroselli (da “Climatologia e ambiente” – Amazon Kindle, 2015).

Consigli di lettura

consigli di lettura
Libri sulla METEOROLOGIA e la CLIMATOLOGIA

Canale Youtube

Canale youtube
I miei video sul canale Youtube